Aumenta le dimensioni del carattereDiminuisci le dimensioni del carattere



 RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE

La detrazione d’imposta sui lavori di ristrutturazione di proroga in proroga è ormai “stabilmente” inserita nel nostro ordinamento da piu’ di 10 anni. Attualmente la detrazione dall’Irpef è ammessa sulle spese sostenute per la ristrutturazione di case di abitazione e sulle parti comuni di edifici residenziali nella misura del 50% da calcolare su un importo massimo di 96.000 euro a cui si sono aggiunti 10.000 euro per arredamento, prorogate per il 2015 dalla Legge di Stabilità.

Possono beneficiare della detrazione le persone fisiche soggette a IRPEF, residenti o meno nel territorio dello Stato. in particolare possono beneficiarne:

•il proprietario o il nudo proprietario; •il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie); •chi occupa l’immobile a titolo di locazione o comodato; •i soci di cooperative divise e indivise; •i soci delle società semplici; •gli imprenditori individuali, limitatamente agli immobili che non rientrano fra quelli strumentali o merce. •Ha diritto alla detrazione anche il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile oggetto dell’intervento, purché sostenga le spese e le fatture e i bonifici siano a lui intestati.

 Scheda informativa

Guida

Detrazioni per la riqualificazione energetica

Guida riqualificazione energetica